Andrea Baldocchi è critico d’arte contemporanea – scuola Ragghianti e allievo del museologo Mario Bucci, si perfeziona a Pisa nelle metodologie della critica delle arti visive. Si occupa di disegno e di pittura della nostra età realizzando monografie d’arte e collaborando, come consulente, per enti pubblici e privati. Nel 1996 è membro di giuria del premio letterario nazionale Il Corsignano di Pienza (nel comitato d’onore Mario Luzi e Sergio Zavoli).

Attivo come conferenziere, coordina l’Archivio Andrea Baldocchi che raccoglie cinquemila tra libri e documenti vari e circa cinquecento selezionate opere d’arte contemporanea – da Fattori a Lorenzo Viani, Mastroianni e Picasso. Nel biennio 1998-1999 ricopre la carica di direttore della collana d’arte Imago della STE di Siena.

Tra i suoi scritti pubblicati figurano varie analisi sull’opera grafica di Maccari degli anni Cinquanta e Sessanta (Siena, 1998), sul valore filosofico degli affreschi di Klimt (Firenze, 2001; viene segnalato per un suo nuovo criterio di lettura), sui disegni e le incisioni di Picasso (Roma, 2003). Nel 2002 il Ministero dell’Istruzione, l’Università di Siena e la RAI lo premiano come responsabile editoriale di un periodico di arti e lettere (Doppia Pagina) rivolto alla comunicazione giornalistica per ragazzi. Il 2004 lo vede con uno scritto su Schinasi alla quinta Giornata europea della cultura ebraica, al Rettorato dell’Università di Pisa (Palazzo Vitelli).

Nel 2005 lavora sulle fonti iconografiche del Quattrocento italiano in relazione alla Crocifissione di Picasso del 1930.    

 

 

 Per contatti :